• Pubblicità
  • Lipidosi lisosomiale: cause, sintomi, terapie

    Lipidosi lisosomiale: cause, sintomi, terapie Le patologie causate da disfunzioni lisosomiali da carenza di un enzima necessario per il metabolismo di lipidi, glicoproteineo, mucopolisaccaridi vengono classificate come lipidosi lisosomiale. I lisosomi sono dei vacuoli rivestiti da membrana e contenenti enzimi a cui spetta il compito di sistema digerente della cellula svolgendo così un ruolo centrale […]
    Continua..
  • Fibrati azione ipolipidemizzante

    Fibrati azione ipolipidemizzante Per abbassare i valori di colesterolo ed i livelli plasmatici di trigliceridi vengono prescritti i fibrati, dei farmaci specifici capaci di attivare un’azione ipolipidemizzante agendo a diversi livelli. Questa classe di farmaci è in grado di stimolare il catabolismo delle VLDL ossia delle particelle lipoproteiche che trasportano i trigliceridi ed il colesterolo […]
    Continua..
  • Controllare i livelli di trigliceridi e colesterolo gemmoderivati

    Controllare i livelli di trigliceridi e colesterolo gemmoderivati Tra i rimedi naturali utili per controllare i livelli di trigliceridi e colesterolo si consigliano anche alcuni gemmoderivati che permettono di regolare i livelli ematici dei lipidi prevenendo così la possibile insorgenza di malattie cardiovascolari e diversi disturbi di salute.  Il colesterolo cattivo risulta costituito da lipoproteine […]
    Continua..
  • Regolare i livelli del colesterolo garcinia

    Regolare i livelli del colesterolo garcinia Tra i rimedi naturali utili per regolare i livelli del colesterolo e degli zuccheri nel sangue bisogna menzionare il consumo di garcinia, una pianta della famiglia delle Clussiaceae, originaria delle foreste del sud-est asiatico e delle zone a clima tropicale dell’India meridionale. Si tratta di una pianta legnosa sempreverde di piccole dimensioni che produce un frutto simile […]
    Continua..
  • Ridurre i livelli di trigliceridi agar agar

    Ridurre i livelli di trigliceridi agar agar Un rimedio naturale impiegato per ridurre i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue è l’agar agar ossia una sostanza che deriva dal polissaccaride agarosio che compone le pareti cellulari delle alghe rosse  Agarophyte.  Oltre a promuovere l’abbassamento dei trigliceridi ematici questa sostanza presenta altre proprietò benefiche a partire da un’azione […]
    Continua..
  • Riso rosso proprietà ipolipidemizzanti

    Riso rosso proprietà ipolipidemizzanti Anche in occidente sono apprezzati i benefici del riso rosso fermentato conosciuto per le sue proprietà ipolipidemizzanti a cui si associano altre virtù note sin dal passato dalla fitoterapia cinese. Da diversi studi scientifici è stato rivelato che il riso rosso fermentato è in grado di regolare i livelli di colesterolemia totale, colesterolo LDL e trigliceridemia. Si […]
    Continua..
  • Influenza negativa alti livelli di metilgliossale

    Influenza negativa alti livelli di metilgliossale Tra le sostanze che possono incidere sul colesterolo HDL rendendolo inefficace nei confronti del colesterolo LDL bisogna segnalare l’influenza negativa esercitata dagli alti livelli di metilgliossale nel sangue. Il metilgliossale è uno zucchero presente nel miele, in particolare nel miele di Manuka, ma che si può formare nel corpo anche a partire dal glucosio, capace di […]
    Continua..
  • Azione ipocolesterolemizzante gemmoderivato di olivo

    Azione ipocolesterolemizzante gemmoderivato di olivo Grazie alla sua azione ipocolesterolemizzante il gemmoderivato di olivo, chiamato Olea europaea, può essere prescritto ai soggetti che hanno livelli alti di trigliceridi e di colesterolo cattivo nel sangue. Il preparato della pianta possiede anche proprietà disintossicanti e diuretiche; si aggiunge poi un’azione antisclerotica utile per il trattamento delle sindromi sclerotiche provocate da […]
    Continua..
  • Rapporto tra saccarosio e peso corporeo

    Rapporto tra saccarosio e peso corporeo Il preoccupante aumento dell’obesità nella popolazione del versante occidentale ha portato numerosi studi epidemiologici a ricercarne i fattori eziologici soffermandosi nello specifico sul rapporto tra saccarosio e peso corporeo. Di fatto esiste una correlazione inversa tra assunzione di saccarosio ed IMC (Indice di Massa Corporea) come tra assunzione di saccarosio […]
    Continua..