Aumento dei livelli di trigliceridi niacina

Comment

Trigliceridi alti
Pubblicità

Aumento dei livelli di trigliceridi niacina

Da diverse ricerche è emerso che è possibile contrastare l’aumento dei livelli di trigliceridi attraverso il ricorso alla niacina, tenendo a bada la condizione di ipertrigliceridemia si riduce il rischio significativo di malattie cardiovascolari, anche se i livelli di colesterolo LDL sono normali. In base ai dati emersi da una ricerca scientifica pubblicata sull’Archives of Internal Medicine è stato dimostrato che la niacina (vitamina B3) è in grado di ridurre i livelli di trigliceridi (favorendo una riduzione dal 30% al 50 %), allo stesso tempo questa sostanza sarebbe capace di aumentare i livelli di colesterolo HDL agevolando anche una riduzione importante del colesterolo LDL . Secondo questa ricerca, la terapia a base di niacina contro l’ipertrigliceridemia deve essere adottata solo sotto la supervisione di un medico, si tratta di un approccio terapeutico che favorisce un miglioramento delle alterazioni a carico delle lipoproteine; questa sostanza permette così di ottenere dei cambiamenti importanti sui livelli dei lipidi sierici a cui si associa un miglioramento degli stati clinici di malattia coronarica. Per approfondimenti su questo argomento si rimanda alla lettura di Riduzione dei trigliceridi e del colesterolo olio di canoa.

Pubblicità

Possibili effetti collaterali della terapia

aumento dei livelli di trigliceridi niacina

aumento dei livelli di trigliceridi niacina

La ricerca non ha trascurato di evidenziare che la terapia a base di niacina ha degli effetti collaterali, potrebbe infatti causare nel paziente un incremento dei livelli di enzimi epatici, per questa ragione è opportuno impostare un trattamento a basso dosaggio, in quanto è una sostanza in genere ben tollerata, ma è meglio chiedere informazioni al proprio medico; a questa terapia si consiglia poi la combinazione con una statina per determinare una riduzione dei possibili eventi cardiovascolari. La vitamina B3 esercita una funzione importante nella prevenzione cardiovascolare, riducendo inoltre i livelli di colesterolo nel sangue, questa sostanza prende parte a diverse reazioni di ossidoriduzione, nella sintesi di acidi grassi e di aminoacidi, come coenzima aiuta gli enzimi nella scomposizione delle proteine, dei grassi e dei carboidrati.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *