Trigliceridi alti in gravidanza

Comment

Trigliceridi alti
Pubblicità

Trigliceridi alti in gravidanza

Le future mamme durante i mesi di gestazione vanno incontro a diversi cambiamenti fisici, fisiologici ed ormonali e tra i diversi cambiamenti che si registrano in questa fase possono registrarsi valori di trigliceridi alti in gravidanza, anche se si tratta di un aumento giustificabile tale condizione deve essere monitorata per evitare di sviluppare eventuali problematiche. I lipidi svolgono un ruolo importante all’interno dell’organismo soprattutto in gravidanza, di fatto le molecole di colesterolo prendono parte alla costruzione delle membrane cellulari del feto in pieno sviluppo, quindi è fisiologico registrare un aumento nell’organisno della madre; anche i trigliceridi rappresentano un’importante classe di lipidi visto che forniscono al corpo delle preziose riserve energetiche, in gravidanza è normale un livello più alto di trigliceridi. Queste alterazioni relative ai lipidi a livello ematico, dovute alla gravidanza,  tendono generalmente a rientrare entro i limiti normali dopo il parto.  Colesterolo e trigliceridi sono fattori di rischio cardiovascolare che agiscono sul lungo periodo, dopo il parto è bene verificare dunque se i valori sono tornati nel range della normalità e nel caso contrario adottare un trattamento di tipo curativo. I valori dei trigliceridi invece possono destare preoccupazione se la futura mamma ha una storia pregressa di colesterolo e trigliceridi alti, per non incorrere in patologie connesse con tali alterazioni è meglio seguire una dieta ad hoc per far scendere i valori dei lipidi.

Pubblicità

Dieta e sport

trigliceridi alti in gravidanza

trigliceridi alti in gravidanza

Solitamente le donne in gravidanza dovrebbero seguire un regime alimentare più sano e leggero, per contenere e controllare i lipidi ematici è bene seguire una dieta povera di grassi animali, di zuccheri e di carboidrati semplici; le future mamme dovrebbero ridurre il consumo di pasta, pane, dolci, carne rossa, condimenti grassi invece è bene consumare regolarmente frutta e verdura di stagione, carne magra, pesce ricco di omega 3. Oltre a curare la dieta anche in gravidanza è consigliata una regolare attività fisica indicata alle gestanti si tratta di sport quali l’acquagym, delle passeggiate della durata di circa 30 minuti, lo yoga.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *