• Ho i trigliceridi a 400 mi devo preoccupare?

    Trigliceridi a 400 sono un pericolo per la salute?

    Avere i trigliceridi a 400 significa essere maggiormente esposto ad avere qualsiasi attacco al sistema cardiocircolatorio, giacchè significa che c’è un eccesso di grasso nel sangue del 200%, e non è un esagerazione atta a voler spaventare, ma è un semplice calcolo matematico, considerando che il limite  massimo dei trigliceridi dovrebbe essere di 150 mg/dL, anche se per chi soffre di problemi cardiaci dovrebbe mantenersi intorno ai 100 mg/dL o addirittura inferiore.  Ma come si arriva a così elevati livelli di trigliceridi? Molti risponderebbero che i trigliceridi a 400 sono solo una conseguenza di una cattiva alimentazione, o per meglio dire di un’alimentazione ricca di grassi. Sebbene nell’80% dei casi è così, infatti, dopo aver mangiato grassi alimentari, il corpo li assorbe e li trasforma in trigliceridi, che saranno trasportati in tutto l’organismo, come fonte di energia o qualora non servisse immagazzinato come grasso. Quindi, se volessimo essere precisi i trigliceridi sono il risultato di un’alimentazione ricca di grassi accostata ad una vita sedentaria. ( Si veda anche il seguente articolo  I trigliceridi nel sangue che funzione svolgono?). Continue reading

    Published by:
  • Acidi grassi omega 3 e omega 6: a confronto

    Acidi grassi omega 3 e omega 6

    In questo articolo parleremo degli acidi grassi omega 3, conosciuti solo con il nome di omega 3 e gli acidi grassi omega 6 conosciuti ai più solo come omega 6. Degli acidi grassi omega 3 si è parlato spesso nei precedenti articoli, ma al fine di capire bene la differenza non solo nominativa con gli omega 6, è indispensabile riparlarne. Gli acidi grassi omega 3, sono acidi grassi essenziali che il nostro corpo non può sintetizzare e devono per forza essere assunti per via esogena. Essi sono coinvolti non solo nella maturazione e crescita del cervello, ma anche in quella retinica del bambino, ecco perché nel latte materno sono presenti gli acidi grassi omega 3. Dall’altro canto gli acidi grassi omega 6 provengono dall’acido linoleico, e come gli acidi grassi omega 3 non sono prodotti dall’organismo. Essi sono importanti alla salute dell’organismo, e si trovano, solitamente, negli oli raffinati come quello di semi di girasole o mais. Si veda anche il seguente articolo Omega 3 e i benefici che molti ignorano. Continue reading

    Published by:
  • Gli Omega 3 il colesterolo: un rapporto da conoscere

    Omega 3 e colesterolo : come fa il primo ad abbassare il secondo?

    Se si chiede a qualsiasi persona esperta o meno di nutrizione, ti saprà dire che in caso di colesterolo alto la soluzione migliore per abbassarlo, è integrare nella propria dieta gli omega 3. Tutti rispondono in questo modo, ma se si chiede loro come mai esiste questo rapporto di causa ed effetto tra gli omega 3 e il colesterolo, quasi sicuramente non si avrà risposta. Questo perché non è ancora noto il meccanismo con cui gli omega 3 riescono a far abbassare il colesterolo cattivo  o LDL, quello che però si può intuire è che di per sè gli omega 3 non abbassano il colesterolo, ma lo fanno per via indiretta. Vediamo meglio perché! Diversi studi hanno dimostrato che in chi aveva assunto costantemente omega 3 il colesterolo buono o HDL era aumentato, e si sa che a tenere a bada il colesterolo cattivo e proprio quest’ultimo, che agisce come uno spazzino che raccoglie dalle arterie il colesterolo cattivo e lo porta nel fegato dove sarà completamente disintegrato. Ecco spiegato perché consumando gli omega 3 il colesterolo cattivo si abbassa e si riducono di molto le probabilità di soffrire di qualche malattia cardiovascolare. ( Si veda anche Omega 3 e i benefici che molti ignorano)

    Continue reading

    Published by:
  • I trigliceridi nel sangue che funzione svolgono?

    A che servono i trigliceridi nel sangue?

    Questa domanda che fa da titolo a questo paragrafo è tanto bizzarra quanto comune, giacchè sono note più le informazioni negative che quelle inerenti alle funzioni fisiologiche di questi grassi; quindi, è giusto chiarire la presenza dei trigliceridi nel sangue. I trigliceridi nel sangue svolgono numerose ed importanti funzioni di cui giova l’intero organismo, la prima è quella di energia. Infatti, tutti i tipi di grasso, trigliceridi compresi, sono una fonte altamente intensa di energia, ma sono la seconda scelta del corpo, in quanto sono più difficili da convertire in energia rispetto ai carboidrati. Quando i grassi sono catabolizzati (ripartiti per usarli  come energia), l’organismo utilizza solo metà delle calorie derivanti dai grassi. Calorie che non vengono utilizzati immediatamente vengono convertiti in trigliceridi per essere memorizzati come grasso nel corpo fino al momento del fabbisogno energetico. Oltre a questa funzione appena descritta, ce ne sono altre due che saranno spiegate nel prossimo paragrafo, nel contempo si consiglia la lettura di questo articolo Trigliceridi i valori normali quali sono?. Continue reading

    Published by:
  • Alimenti ricchi di omega 3: vediamo quali sono

    Quali sono gli alimenti ricchi di omega 3 di origine animale e vegetale?

    Tutti sappiamo quanto siano importanti all’organismo gli omega 3, degli acidi grassi in grado di ridurre considerevolmente i livelli ematici di colesterolo e trigliceridi. E’ convinzione di tutti che gli alimenti ricchi di omega 3 siano solo i diversi tipi pesci, in questo articolo, invece, vedremo come alimenti ricchi di omega 3 si possono trovare anche nel mondo vegetale.  Partiamo da quelli più conosciuti ossia i vari tipi di pesce, che oltre a contenere omega 3 mostrano pure tracce di selenio un potente antiossidante. Nella grande categoria di pesce per l’alto contenuto di omega 3 capeggiano il salmone, il tonno bianco, le aringhe, lo sgombro, le alici, le sarde e  le trote. Ovviamente affinché si possa beneficiare degli omega 3 questi alimenti devono essere cucinati in maniera sana e quindi, al vapore, alla griglia o al forno. ( Si veda anche il seguente articolo Omega 3 e i benefici che molti ignorano). Continue reading

    Published by:
  • Integratori di omega 3 utilità ed effetti collaterali

    Chi usa gli integratori di omega 3?

    Gli integratori di omega 3 sono utilizzati da persone che mostrano elevati valori ematici di trigliceridi e colesterolo, ma non consumano abbastanza alimenti che contengono omega 3 vuoi per intolleranza alimentare al pesce, che la principale fonte di omega 3 che per una scelta alimentare che non ne prevede la consumazione, come la dieta vegetariana e vegana.  Gli omega 3 non servono solo ad abbassare il livello dei trigliceridi e del colesterolo nel sangue, ma grazie alle loro caratteristiche fisico-chimiche aiuta la fluidità del sangue, riduce la pressione arteriosa e previene il danneggiamento vascolare, e infine, migliora i processi metabolici ed endocrini. Tutte queste importanti funzioni biologiche fanno si che gli omega 3 sono utili alla prevenzione delle malattie cardiovascolari. Si veda anche il seguente articolo Omega 3 e i benefici che molti ignorano.

    Continue reading

    Published by:
  • Tutti i modi efficaci per abbassare i trigliceridi

    Come abbassare i trigliceridi: dalla dieta ai farmaci fino all’esercizio fisico

    Come si intuisce dal titolo dell’articolo, quest’ultimo sarà incentrato tutto sulle metodologie vere o fittizie per abbassare i trigliceridi nel sangue. Ci sono persone che credono che per abbassare i trigliceridi sia utile solo una semplice dieta che riduca l’assunzione di grassi e chi invece, dice che la dieta non serve a niente ma si deve agire sulla sintesi dei grassi e quindi, assumere farmaci che la inibiscono, e infine, c’è chi dice che l’unica soluzione possibile è praticare una costante attività fisica, che aiuti il corpo a smaltire il grasso in eccesso e quindi ad abbassare i trigliceridi depositati nel sangue. Ma la verità qual’è?. Cerchiamo di scoprirla insieme, analizzando i tre principali metodi utilizzati per abbassare i trigliceridi: dieta, farmaci ed esercizio fisico. L’analisi degli stessi è rimandata nel seguente paragrafo, nel frattempo si consiglia la lettura di questo articolo per conoscere meglio i trigliceridi e i rischi che comportano alla salute qualora fossero in eccesso, Trigliceridi alti: un fattore di rischio. Continue reading

    Published by:
  • Omega 3 e i benefici che molti ignorano

    Omega 3 e i benefici derivanti dalla loro assunzione

    Molti si chiedono che cosa sono gli omega-3 e i benefici correlati all’assunzione degli stessi. Beh!La definizione degli omega 3 prevede la seguente dicitura ” sostanza lipidica appartenente al gruppo degli acidi grassi  polinsaturi a catena lunga. Queste sono molecole formate da un gruppo carbossilico e una catena di carbonio di lunghezza variabile.” I tipi più importanti di Omega 3 sono l’acido eicosapentaenoico  e l’acido docosaesaenoico . Mentre, l’acido alfa-linolenico è un tipo di Omega 3 presenti nei vegetali. Ma perchè sarebbe ideale l’assunzione degli omega 3 e i benefici derivante sono veramente rilevabili? La relazione tra l’assunzione degli omega 3 e i benefici che saranno di seguito elencati ha una giustificazione scientifica, giacchè è stata riscontrata dopo numerosi anni di ricerche.  Passiamo dunque all’elenco di tutti i benefici che comportano questi omega 3, la prima importantissima è la regolazione dei livelli di colesterolo ( si veda anche il seguente articolo Come abbassare il colesterolo e i trigliceridi), seguono poi:

    • Previene la formazione di coaguli nelle arterie prevenendo l’aggregazione piastrinica
    • Abbassa la pressione sanguigna nelle persone con ipertensione lieve
    • Fluidifica il sangue e protegge il corpo da attacchi cardiaci, ictus, ictus, angina, malattia di Raynaud, ecc.
    • Protegge contro il cancro, in particolare il cancro del colon, della prostata e della mammella
    • Ha funzione anti-infiammatori e allevia il dolore da malattie come l’artrite Continue reading
    Published by:
  • Come perdere peso velocemente senza attentare alla salute

    Tutta la verità su come perdere peso velocemente

    Come perdere peso velocemente è in cima alla lista delle parole più cercate di quasi tutti i motori di ricerca. Alla base di questo successo ci saranno sicuramente le donne  che vedono nel loro fisico con qualche chilo in più un pericoloso nemico da combattere. Molto spesso tra i risultati di questa ricerca escono molto siti che promettono grandi risultati in brevissimo tempo, e per quanto sia forte la voglia di raggiungere un fisico perfetto, è necessario evitare i consigli riportati in quelle pagine web. Anche perché, fortunatamente esiste un modo salutare per perdere peso velocemente, che a breve andremo ad illustrare, prima analizziamo tutti quei pericolosi consigli che indicano come perdere peso velocemente. Come perdere peso velocemente è il solito spot di molte case farmaceutiche che pubblicizzano il proprio prodotto magico, che molto spesso coincide con una compressa o una bevanda solubile in acqua. Lo spot molto spesso recita così “ Questo è l’unico modo naturale con cui perdere velocemente peso e quei fastidiosi chili in eccesso”, nel 99% dei casi in quelle compresse c’è tutto tranne che sostante puramente naturali, diversamente c’è una forte concentrazione di sostanze anoressanti che hanno lo scopo primario di evitare l’assorbimento di zuccheri e grassi, ma che con il passare del tempo compromette l’assorbimento di tutte le sostanze nutritive indispensabili per un corretto funzionamento dell’organismo. Quindi, diffidate da tutte quelle pubblicità che mostrano come perdere peso velocemente grazie all’assunzione di farmaci o bevande. ( Si veda anche Dieta colesterolo trigliceridi: ridurre i grassi nel sangue).

     


    Continue reading

    Published by:
  • Statine le controindicazioni e le complicazioni

    Tutto sulle statine le controindicazioni e le complicazioni

    In questo articolo vediamo le statine le controindicazioni e le complicazioni inerenti all’utilizzo di questo farmaco. Prima di scoprire le suddette, vediamo in breve che cosa sono le statine e perchè si decide di assumerle. Le statine sono il nome comune con cui sono definiti gli inibitori dell‘HMG-CoA reduttasi; in sintesi questi farmaci hanno il compito di inibire il lavoro dell’enzima HMG-CoA reduttasi che è un enzima che funge da catalizzatore ( una sostanza che accelera una reazione chimica senza alterare la stessa ) nella fabbricazione di colesterolo.In questo modo si abbassano i livelli ematici del colesterolo LDL ( si veda anche il seguente articolo Colesterolo cattivo: perchè è chiamato così?)e dei trigliceridi sierici.   Continue reading

    Published by: